Viaggio assistito per gli anziani: sereno e sicuro

Gli anziani, hanno oggi più occasioni per viaggiare. Avendo spesso rimandato da giovani l’emozione di vedere nuovi luoghi, ne approfittano  quando ormai, andati in pensione, sono liberi da vari condizionamenti. Il viaggio è infatti oggi più facile, accessibile e sicuro. Occorre però un minimo di pianificazione per rendere piacevole un soggiorno lontano da casa in modo da permettere di raggiungere quasi tutte le mete desiderate.

La pianificazione quindi è indispensabile.
In primo luogo occorre effettuare per tempo, almeno un mese prima, un’accurata visita medica con esami  del sangue ed eventualmente altri accertamenti (ecografie, elettrocardiogramma) in relazione anche alle patologie di cui si è affetti.
Il medico deve essere edotto  sulle modalità del viaggio e dei luoghi di destinazione,  e va messo al corrente delle terapie che si stanno assumendo

Gli anziani infatti  devono tener conto delle patologie di cui soffrono per valutare i propri limiti fisici che possono per esempio sconsigliare un viaggio troppo lontano o faticoso, regioni remote,  e tener conto di alcune possibili problematiche come il jet lag e la chinetosi di cui abbiamo già parlato.

Oltre l’impegno fisico del viaggio dovrebbero tener conto anche dell’altitudine, del clima e dei possibili eventi naturali che potrebbero verificarsi.
Gli anziani infatti si adattano con maggior difficoltà a situazioni estreme  o addirittura in occasione di grosse calamità naturali che potrebbero verificarsi.
E’ pertanto importante la prevenzione.
Per questo andrebbe valutata l’opportunità di somministrazione di vaccini contro le più comuni infezioni come l’influenza, ma anche verso altre malattie come per esempio il tetano o effettuare solo un richiamo.
 Vaccini

Dovrebbero sottoporsi anche ai vaccini consigliati per i Paesi che si vuole  visitare come quelli per l’epatite,il tifo, la polio o la febbre gialla e tener conto però anche delle controindicazioni il cui uso può essere limitato dall’età  o da patologie croniche.



Farmaci

Il medico, prima di prescrivere farmaci per le profilassi come il mal d’auto a la diarrea del viaggiatore, dovrebbe essere informato dell’assunzione di altri farmaci con cui potrebbero avere delle interazioni .

Glia anziani per la maggior difficoltà a mantenere un proprio equilibrio , dovrebbero avere maggior cautela e adottare maggiori precauzioni riguardo l’assunzione di cibi e bevande per non contrarre malattie veicolate da tali alimenti.
Consigli
In ultimo, ma non per meno importanza, dovrebbero portare con se una dose sufficienti di farmaci per le patologie di cui sono affetti più una piccola quota in più in caso di ritardi di viaggio ed evitare di acquistare farmaci in luoghi che non diano le sufficienti garanzie di fabbricazione. Tali farmaci è preferibile che vengano portati con sé con il bagaglio a mano ed  evitare così che vadano persi.

Va presa in considerazione l’acquisto di un’assicurazione supplementare che garantisca  la copertura per infortunio e malattia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *