martedì 13 agosto 2013

Bambini in auto e temperatura elevata



Sempre più spesso vengono alla ribalta della cronica episodi di bambini lasciati o addirittura dimenticati in auto, nel periodo estivo, con gravi conseguenze per la salute e la vita stessa dei piccoli.
E’ bene sapere infatti che nell’auto esposta al sole la temperatra all’interno sale progressivamenta di circa 10° C ogni 15 minuti. Ciò significa che per effetto dell’ipertermia e la conseguente disidratazione, si può gungere a morte nell’arco di 2 ore. Questo fenomeno si verifica principalmente in estate, ma può verificarsi anche in altre periodi dell’anno quando la temperatura    all’esterno è di soli 20 °C potendo salire all’interno del’auto anche a 40 °C.
La spiegazione della suscettibilità del bambino alle termperature elevate va ricercata nella fisiologia. L’organissmo del bambino, rispeto a quello dell’adulto ha un contenuto d’acqua maggiore ed i meccanismi della termoregolazione non sono ancora così efficaci da salvaguardare le funzioni fisiologiche come nell’adulto. Il bambino con l’aumentare della temperatura tende a sudare di più perdendo molti liquidi, causa di uno squilibrio grave. Al di sotto di un anno d’età gli effetti sono ancora più rapidi e gravi perché la sudorazione è meno efficace data l’immaturità della termoregolazione
In tali circostanze e anche per periodi più brevi, il bambino può riportare dei danni soprattutto a carico dell’apparato respiratorio e cardiocircolatorio.

Attenzione dunque a queste circostanze come pure a non laciare in auto il bambino da solo anche per pochi istanti per altre situazioni di pericolo in cui si può trovare o procurare (azionare il veicolo o rimanere chiuso con le chiavi all’interno).

Nessun commento:

Posta un commento