sabato 27 marzo 2010

IL VIAGGIO DEVE ESSERE ACCESSIBILE A TUTTI




Permettere a tutti l’accesso al territorio è una priorità per qualsiasi stato civile.
 

Rispetto ai Paesi del Nord Europa, in tema di turismo accessibile, dove tale problematica è stata da tempo affrontata, nel resto d’Europa c’è ancora molto da fare. Le barriere architettoniche costituiscono ancora, di fatto un impedimento alla fruibilità sia del territorio che conseguentemente, del tempo libero.
 

Molti alberghi, ma anche altre strutture, sia pubbliche che private, presentano barriere architettoniche che impediscono l’accesso ad eventuali ospiti diversamente abili e non dispongono di adeguati servizi igienici.
 

Le spiagge non sempre sono attrezzate con pedane per consentire l’ingresso al mare delle carrozzine.
 

L’accessibilità alle strutture va pertanto presa in forte considerazione dalle amministrazioni pubbliche per garantire a tutte le tipologie di turisti il diritto a viaggiare. 

Nessun commento:

Posta un commento